Borse europee: in leggero rialzo

Analisi dei mercati finanziari e delle materie prime

Nelle ultime 24 ore, l'EUR è aumentato dello 0,15% rispetto al dollaro USA, chiudendo a 1,1834 dollari di venerdì. Sul fronte dei dati macro USA, il Dipartimento del Commercio ha reso noto che le vendite al dettaglio hanno evidenziato nel mese di luglio una crescita dell'1,2% m/m da +8,4% di giugno. Il dato è inferiore alle attese fissate su un incremento dell'1,9%. L'indice escluso il comparto auto è cresciuto dell'1,9% da +8,3% di giugno e contro il +1,3% del consensus. La produzione industriale è cresciuta a luglio del 3,0% rispetto al mese precedente, in linea con le attese degli analisti. In assenza di altri dati macro, l'attenzione rimane rivolta all'evoluzione della pandemia. Il numero di casi di coronavirus continua ad aumentare anche in Germania e Francia, mentre negli Stati Uniti il bilancio supera ormai i 170mila morti e l'India registra più di 50mila decessi. La Nuova Zelanda, di fronte a un ritorno del virus, ha deciso di rimandare di un mese il voto per le elezioni generali. Durante la sessione asiatica, la coppia di valute EUR/USD è stata quotata di 1,1853$, in aumento dello 0,14% rispetto alla chiusura di venerdì. In caso di storno down, la coppia potrebbe trovare supporto a 1.1802$ seguito da 1.1747$, mentre in caso di rally, la prima resistenza si trova ora a 1,1885$, seguito dall' 1,1920$.

Nelle ultime 24 ore, la GBP è salito dello 0,14% rispetto al dollaro USA, chiudendo a 1,3086 dollari di venerdì. Sul fronte dei dati macro USA, gli esperti dell'Universita' del Michigan e di Reuters hanno pubblicato la lettura preliminare dell'indice sulla fiducia dei consumatori statunitensi. Nel mese di agosto l'indice si è attestato a 72,8 unti, risultando superiore al consensus pari a 72,0 punti ed in crescita rispetto al dato di luglio (72,5 punti). Durante la sessione asiatica, la coppia di valute GBP/USD è stata quotata di 1,3102$, in aumento dello 0,10% rispetto alla chiusura di venerdì. In caso di storno down, la coppia potrebbe trovare supporto a 1.3053$ seguito da 1.3003$, mentre in caso di rally, la prima resistenza si trova ora a 1.3144$, seguito da 1.3190$.

Nelle ultime 24 ore, l'USD è leggermente diminuito rispetto allo franco svizzero CHF, chiudendo a 0,9095 dollari di venerdì. Durante la sessione asiatica, la coppia di valute USD/CHF è stata quotata di 0,9092$, in leggera diminuzione rispetto alla chiusura di venerdì. In caso di storno down, la coppia potrebbe trovare supporto a 0,9075$ seguito da 0,9064$, mentre in caso di rally, la prima resistenza si trova ora a 0,9113$ seguito da 0,9135$.

Oggi, le principali borse europee hanno aperto la prima seduta della settimana in leggero rialzo. L'indice Stoxx 600 avanza dello 0,1%, il Dax30 di Francoforte dello 0,2%, il Cac40 di Parigi dello 0,3% e il Ftse100 di Londra dello 0,3%. Debole l'Ibex35 di Madrid (-0,1%).

Questa analisi non intende essere un invito o un suggerimento ad operare, ma solo una personale e momentanea visione, dell'autore, relativa allo strumento finanziario in analisi.

FIBO Group


Analista

Il miglior modo per vincere é imparare a non perdere
Avviso Importante
Facendo clic su “Continua” verrai reindirizzato al sito internet di proprietà della FIBO Group Holdings Limited, una società registrata a Cipro e regolamentata dalla CySEC. Puo' leggere le condizioni del Contratto Cliente al link. Fai clic su “Annulla” per rimanere su questa pagina.