Market Watch. La Fed indebolisce l'USD

Analisi dei mercati finanziari e delle materie prime

Nella pubblicazione odierna affronteremo i seguenti argomenti:

- La politica monetaria della Federal Reserve statunitense.

- L'indebolimento generale del dollaro USA.

- Gli indici azionari USA in aumento.

- L'analisi dell'operazione d'acquisto della coppia di valute EUR/USD.

Vorrei iniziare con l'evento principale di questa settimana, ovvero con il simposio economico a Jackson Hole. Tradizionalmente, la Fed sceglie questo evento per annunciare i possibili cambiamenti nella politica monetaria. Pertanto, ieri il direttore della Federal Reserve statunitense Jerome Powell ha annunciato che il regolatore è pronto a tollerare un'inflazione superiore al 2%. Questo annuncio non può essere considerato come una novità per i trader e gli investitori. Per questo motivo la reazione del mercato non è stata particolarmente forte.

Fate attenzione alle quotazioni della coppia di valute EUR/USD. Nel giro di poche ore dopo il discorso di Jerome Powell, la volatilità degli scambi di questa coppia di valute ha superato la soglia dei 140 punti. Mentre oggi, le quotazioni della coppia sono tornate ai massimi di ieri. Tuttavia, solo dopo il superamento del livello di 1.1900, si potrà parlare della volontà dei compratori di proseguire con la crescita.

E ora vorrei attirare la vostra attenzione sulla situazione alquanto particolare, anche se già familiare. Gli indici azionari statunitensi continuano a crescere. Ad esempio, l'indice S&P500 ha raggiunto il livello di resistenza psicologica a 3500, aggiornando il suo massimo storico. Allo stesso tempo, anche la domanda per i beni di rifugio come l'oro e lo JPY sta crescendo. Tutto ciò sta ad indicare che gli investitori stanno contano su un'ulteriore stimolo monetario nella economia statunitense, incentivando così la domanda su tutti i mercati.

Passando alla sessione commerciale statunitense, vorrei richiamare la vostra attenzione sulla prossima pubblicazione della relazione sui cambiamenti del PIL in Canada. Tenendo conto delle previsioni degli economisti piuttosto pessimistiche, vi è il rischio che il dollaro CAD si indebolisca al momento del rilascio. Tuttavia, un aumento dei prezzi del petrolio potrebbe impedire che il dollaro canadese si indebolisca.

Un altro evento non meno importante per i commercianti, può essere rappresentato dal rilascio dei dati sui cambiamenti nella spesa pubblica degli Stati Uniti. Se i dati si riveleranno più deboli rispetto alle previsioni, la pressione sul dollaro USA potrebbe aumentare, causando un'ondata di vendite ancor più forte su tutto il mercato. Pertanto, solo con i dati più forti del previsto, si potrà assistere ad un rafforzamento generale del dollaro USA.

Vorrei concludere la mia recensione odierna, con l'analisi dell'operazione di acquisto della coppia valutaria EUR/USD, la quale è stata aperta dal trader nel corso della relazione di Jerome Powell della Federal Reserve, con il ritorno delle quotazioni al livello di 1,1.1800. L'ordine di Take Profit è stato posizionato al successivo livello di resistenza tecnica 1.1900. Lo scambio è stato aperto con il volume di 1 lotto, quindi il profitto è stato di 1000 dollari.

Questa analisi non intende essere un invito o un suggerimento ad operare, ma solo una personale e momentanea visione, dell'autore, relativa allo strumento finanziario in analisi.

FIBO Group


Analista

Il miglior modo per vincere é imparare a non perdere
Avviso Importante
Facendo clic su “Continua” verrai reindirizzato al sito internet di proprietà della FIBO Group Holdings Limited, una società registrata a Cipro e regolamentata dalla CySEC. Puo' leggere le condizioni del Contratto Cliente al link. Fai clic su “Annulla” per rimanere su questa pagina.